Come è noto, un decreto convertito ormai in legge nel gennaio scorso prevede che il capitale della Banca d’Italia, detenuto quasi totalmente da istituti bancari, aumenti a 7,5 miliardi dai precedenti 156mila euro e che le partecipazioni assicurino un rendimento del 6 per cento. Le nuove norme fissano anche un limite del 3 per cento al possesso azionario e la possibilità per l’istituto di via Nazionale di acquistare tra tre anni le quote che gli istituti finanziari non fossero riusciti nel frattempo a vendere.
Ebbene, la Commissione europea ha chiesto lumi all’Italia proprio su questo provvedimento che rivaluta il capitale di Bankitalia, per accertare se sia possibile configurare un aiuto di Stato agli istituti di credito azionisti. La notizia arriva da Antoine Colombani, portavoce del commissario europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia. “E’ una semplice richiesta di ulteriori informazioni che ovviamente non pregiudica in alcun modo la sostanza della nostra valutazione”, ha precisato il portavoce. Secondo quanto riferisce l’agenzia Reuters, la richiesta sarebbe contenuta in una lettera inviata lo scorso 19 febbraio che informerebbe dell’avvio di una valutazione preliminare atta a verificare se ci sia stato un trasferimento a favore delle banche commerciali che possa avere la natura di un aiuto economico dello Stato. Tra gli istituti di credito azionisti di via Nazionale, il Banco Popolare è stato il primo a rendicontare nel bilancio 2013 la rivalutazione della sua quota, con un miglioramento di 48 milioni del risultato dell’esercizio chiuso con una perdita di 600 milioni. Ma l’incremento avrà dimensioni più rilevanti per Intesa Sanpaolo e Unicredit, i due maggiori partecipanti al capitale di Bankitalia, con quote rispettivamente del 42 e del 22 per cento.
Secondo stime degli analisti, riportare dalla Reuters, Intesa dovrebbe contabilizzare una plusvalenza lorda di 2,5 miliardi, mentre Unicredit di 1,38 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *