“Un programma di lavoro transitorio di cittadinanza”. Sarà presentato in anteprima nazionale a Perugia, sabato 25 febbraio alle ore 16, presso la Sala de’ Notari del Comune. Si tratta dello studio realizzato dai ricercatori di FEF Academy (società italiana di consulenza e formazione economico-finanziaria) Giacomo Bracci e Daniele Della Bona e dall’economista Warren Mosler per l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Laura Agea e il gruppo Efdd del Parlamento Europeo.

Da ormai un decennio l’Italia è alle prese con un tasso di disoccupazione sempre più alto. Il tasso di disoccupazione ufficiale però non tiene conto dei sottoccupati involontari, ovvero coloro che sono costretti al part-time, o degli scoraggiati (quelli che hanno smesso di cercare un lavoro). Se sommate, tutte queste persone in Italia ammontano a oltre 8 milioni (i disoccupati ufficiali sono circa 3 milioni).

«Lo studio — spiega Daniele Della Bona, che sarà presente sabato — proporrà una soluzione

per far sì che le persone oggi senza lavoro, soprattutto quelle che non lavorano da molto tempo, possano tornare sul mercato del lavoro. Ma quello che proponiamo non è l’erogazione, come avviene oggi, di un sussidio di disoccupazione o l’inserimento in percorsi formativi, bensì suggeriamo che le pubbliche amministrazioni offrano un lavoro transitorio a tutti coloro che sono in grado e hanno intenzione di lavorare». Perché transitorio? «Proprio perché — risponde il ricercatore di FEF Academy — innumerevoli ricerche dimostrano che chi ha un lavoro riesce con molta più facilità a farsi assumere da un’impresa privata e transitare quindi nel mercato privato». Lo Stato potrà così azzerare la disoccupazione involontaria e far ripartire la domanda. Per quanto riguarda i costi e la sostenibilità del progetto, tutto sarà spiegato nel dettaglio direttamente durante la presentazione di sabato.

Oltre a Della Bona saranno presenti in qualità di relatori l’economista americano Warren Mosler, l’eurodeputata Laura Agea. Parteciperanno anche la deputata pentastellata Tiziana Ciprini e la capogruppo in Consiglio comunale a Perugia, Cristina Rosetti. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Questa ricerca, dopo Perugia, sarà presentata da Mosler a Bruxelles alla commissione occupazione e affari sociali del Parlamento Europeo, martedì 28 febbraio. Le proposte contenute nello studio sono infatti confluite nel report sul reddito minimo, di cui la stessa Laura Agea è relatrice, che verrà discusso in commissione prima di essere votato da tutto l’Europarlamento.