In un comunicato di Terna si precisa che la produzione nazionale netta (22,5 miliardi di kWh) e’ in calo del 2,6% rispetto a maggio 2012. Sono in crescita le fonti di produzione eolica (+44,6%), idrica (+35,6%), fotovoltaica (+15,7%) e geotermica (+3,4%). In flessione la fonte termoelettrica (-21,4%). In termini congiunturali, la variazione destagionalizzata della domanda elettrica di maggio 2013 rispetto al mese precedente e’ stata pari a -0,7%. Il profilo del trend si mantiene su un andamento decrescente. Nei primi cinque mesi del 2013 la domanda di energia elettrica e’ risultata in flessione del 3,4% rispetto al corrispondente periodo del 2012; a parita’ di calendario il valore e’ -2,9 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *