L’economia tedesca  ha un rallentamento per il secondo mese di fila: a sorpresa gli ordinativi industriali calano dell’1,3% a maggio, dopo il -2,2% di aprile. Il dato spiazza gli analisti: la previsione era addirittura per un aumento dell’1,2%. La domanda di beni di consumo, tradizionale spina dorsale della Germania, è infatti calata del 3%. Un vero e proprio campanello d’allarme  dopo i segnali di ripresa visti negli ultimi mesi: a giugno la disoccupazione è calata, mentre il mese precedente la fiducia di imprese e investitori è tornata a crescere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *