«Il Dl occupazione sta lasciando senza lavoro migliaia di persone, nel nostro settore si stima che l’entrata in vigore della tassazione sulle sigarette elettroniche, nei primi 90 giorni costringerà alla chiusura almeno il 60% delle aziende, mettendo a rischio i 5mila impiegati e gli oltre 2mila punti vendita». Nella doppia veste di produttore e di vicepresidente dell’Associazione Nazionale Fumo Elettronico (Anafe), Umberto Roccatti urla in piazza Montecitorio il suo sdegno contro la tassazione del 58,5% applicata dal dl Iva e Lavoro a tutti i prodotti legati al dispositivo e-cig: dai liquidi alle batterie, dai cavi per la ricarica al laccetto». Alla manifestazione è intervenuto anche il sindaco di Roma, e chirurgo, Ignazio Marino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *