Unioncamere Umbria guida una delegazione delle aziende agroalimentari regionali a Sirha 2013, la fiera per eccellenza dei professionisti del settorealberghiero, della ristorazione e dell’alimentazione, che domani si apre a Lione.Per cinque giorni, dal 26 al 30 gennaio, nell’ampio stand allestito all’interno dell’Euroexpo, si susseguiranno le iniziative per valorizzare tutta la filiera enogastronomica regionale. I prodotti tipici e le ricette dell’Umbria saranno in vetrina anche grazie ad un’area attrezzata che Unioncamere Umbria ha affidato all’Università dei Sapori, presente all’appuntamento lionese con una delegazione di cuochi e professionisti della ristorazione, guidati dallo chef Alessandro Lestini, che accompagnerà i visitatori in un “percorso del gusto” tra i sapori e i profumi della cucina umbra. Gli ospiti dello stand di Unioncamere Umbria potranno degustare i prodotti tipici del “cuore verde d’Italia” e verranno informati dei principali appuntamenti turistici e culturali che la regione può offrire ai suoi visitatori.
Ecco le otto aziende che rappresenteranno l’Umbria: Antica Valle Francescana;Azienda Agraria Iannarilli Ferruccio;Azienda Agricola Dolci Giuseppina;Azienda Agricola Maiale Brado di Norcia di Fausti Giuseppe;Ivano Passeri;Oleificio Melchiorri Gianfranco;Società Agricola Trevi “Il Frantoio” e Tartufi Jimmy.
Per l’Umbria enogastronomica, una importante occasione di promozione: l’ultima edizione di Sirha ha visto la partecipazione di oltre 2.200 espositori e la presenza di 162.615 visitatori provenienti da 120 Paesi, con 10.420 chef, 952 giornalisti e 1.200 dimostrazioni al giorno.
Numeri che saranno replicati anche quest’anno: l’Euroexpo per cinque giorni diventerà infatti il palcoscenico di alcune tra le più importanti competizioni della ristorazione internazionale come Il Bocuse d’Or, la Coppa Mondiale della Pasticceria, la Coppa Internazionale del Catering e l’atteso Sirha World Cuisine Summit, l’evento più importante del settore, che vanta la presidenza onoraria di Paul Bocuse e che metterà a confronto i più grandi opinion leaders di diversi Paesi sul tema “migliore ristorazione per una vita migliore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *