Il mercato delle conserve di pomodoro vale circa 500 milioni di euro a cui corrisponde un consumo di 393 mio di kg di prodotto. Si tratta di un mercato maturo che mostra un trend in leggera flessione, specialmente a valore, dovuto in parte a una riduzione del prezzo medio (-3,1% rispetto all’anno precedente).
Il segmento principale è quello delle passate di pomodoro, che vale il 43% del mercato a valore e il 46% a volume, seguito dalle polpe di pomodoro (29% a valore e 25% a volume), dai pelati (17% a valore), dai concentrati di pomodoro (6%) e dai pomodorini (4%) (fonte: Iri I+S+Lsp a.t. maggio 2011). La sicurezza del prodotto alimentare è un punto fondamentale per i consumatori. La tracciabilità della filiera e il rispetto dell’ambiente e del territorio, elevati standard di sicurezza nella selezione e nella lavorazione della materia prima, sono tutti elementi indispensabili per garantire un prodotto sicuro e di qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *