Secondo i dati Istat elaborati da Agroter, l’import italiano delle banane degli ultimi 10 anni si sta spostando verso le 400.000 tonnellate con un andamento leggermente fluttuante. Per quanto riguarda il valore si sono registrati due picchi importanti: quello del 2005, congiunturale ad una forte contrazione dei consumi domestici italiani, dove si è scesi sotto la soglia dei 600 milioni di euro e uno al 2008, anno precrisi, dove si è superata la soglia dei 700 milioni di euro di banane importate. I prezzi sono pressoché stabili, soprattutto nell’ultimo triennio con un blocco a 0,59 € al Kg. La banana, nonostante sia un frutto presente tutto l’anno, gode di una stagionalità dei consumi che si concentra principalmente nei mesi di Marzo e Giugno. L’estate, con i mesi di Luglio e Agosto, è ovviamente il periodo che presenta i minor consumi, rilanciati leggermente con l’inizio delle scuole nel mese di Settembre. Per quanto riguarda i prezzi al consumo, il picco più alto lo si registra nel mese di Aprile mentre i due livelli più bassi  si notano a Febbraio e Settembre, probabilmente per una motivazione di rilancio dei consumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *