Le azioni della Centrale del Latte di Roma devono tornare nelle mani del Comune della Capitale: lo ha deciso il Tribunale di Roma e ne da’ notizia la stessa Parmalat in una nota in cui annuncia appello. “Con sentenza depositata il 18 aprile, – si legge nel comunicato – il Tribunale di Roma, Sezione III civile ha rigettato ‘tutte le domande dell’attrice Parmalat nei confronti della convenuta Roma Capitale’ e ha dichiarato ‘che Roma Capitale (gia’ Comune di Roma) e’ l’attuale ed unica proprietaria del 75% del capitale sociale di Centrale del Latte di Roma Spa, gia’ oggetto del contratto di cessione del 26/1/98 fra Comune di Roma e Cirio Spa’ e ha condannato ‘Parmalat Spa all’immediata restituzione a Roma Capitale delle azioni in questione'”. Parmalat presentera’ “tempestivo appello avverso la sentenza del Tribunale di Roma a tutela delle proprie ragioni. Alla luce del dispositivo della sentenza, il Consiglio di Amministrazione della Societa’ e’ stato convocato d’urgenza per il 22 aprile prossimo alle ore 9,30 per assumere le necessarie determinazioni al riguardo e in particolare per valutare le proposte da presentare, relativamente all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2012, all’assemblea ordinaria degli azionisti di Parmalat convocata per il 22 aprile alle 11”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *