Il Ghana viene considerato da molti “un alunno modello”. Vent’anni fa è stata introdotta la democrazia. Le entratate derivanti dal petrolio sono in costante crescita. L’economia dovrebbe crescere nei prossimi anni di più del 7%. Grandi speranze vengono riposte nella Nigeria nonostante il Paese sia tutt’altro che stabile. In alcune regioni è stato dichiarato lo stato di emergenzMalgrado ciò la classe media si sta gradualmente espandendo ed i redditi sono in aumento. Per questo motivo i titoli dei produttori di beni di consumo sono tra i migliori alla Borsa di Lagos. Un investimento in Africa non è certamente per persone che abbiano i nervi deboli. L’Egitto ha di recente chiaramente mostrato quale impatto possano avere le tensioni politiche sui titoli azionari. D’altra parte il potenziale è enorme. Chi è amante del rischio e guarda nel lungo termine potrebbe venir abbondatemente premiato. a a causa dei ripetuti attentati da parte di terroristi islamici.Tra i singoli fondi citiamo il BB African Opportunities (LU0433847240). Sulla sua performance ha pesato ultimamente la forte esposizione sull’Egitto (22% del portafoglio). Il Paese nordafricano continua però ad essere uno dei più promettenti del continente a causa della sua vicinanza all’Europa e alla sua numerosa e giovane popolazione. Il JP Morgan Africa Equity (LU0355584979) investe invece principalmente in Sudafrica, Nigeria e Kenya. Le più importanti posizioni in portafoglio sono al momento l’operatore telefonico MTN (ZAE000042164), il gruppo petrolchimico Sasol (ZAE000006896) e il gigante dei media Naspers (ZAE000015889). Negli ultimi tre anni il fondo si è apprezzato di circa il 20%.