Indesit Company ha annunciato 1.425 esuberi. Si tratta di 25 dirigenti e 150 impiegati di staff; gli altri sono lavoratori nelle fabbriche, così suddivisi: 480 a Fabriano, 230 a Comunanza, 540 a Caserta.
La notizia è stata diffusa da fonti sindacali il 4 giugno, mentre a Roma era in corso una riunione con le segreterie nazionali di Fiom, Fim e Uilm e i vertici dell’azienda.
Il piano di «salvaguardia e razionalizzazione dell’assetto in Italia» serve a Indesit per rispondere alla difficile situazione di mercato e concentrare nei tre poli italiani le produzioni top ad alto contenuto di innovazione e tecnologia, mentre sono destinate a Polonia e Turchia «le produzioni italiane non più sostenibili».