Il grido di allarme è comune: in 7 anni di crisi per ogni famiglia italiana c’è stato un calo dei consumi pari a 3.300 euro,  circa 1.300 euro a testa neonati compresi, che sommati tra loro portano ad un calo della spesa di 80 miliardi di euro. Questo il quadro del Codacons che sottolinea come i settori più colpiti dai tagli siano i trasporti (-23%), abbigliamento e calzature (-17%), mobili per la casa ed elettrodomestici (-12%). Non migliora la situazione per i consumi primari: gli alimentari scendono in 7 anni del -11,5%. Nello stesso periodo, dice ancora il Codacons, raddoppia il numero dei disoccupati: se nel 2007 il tasso di disoccupazione registrato dall’Istat era di poco superiore al 6% (6,1%),oggi siamo al 12,6%. I disoccupati sono così passati da 1.506.000 del 2007 ai 3.220.000 del 2014, ossia 1.714.000 cittadini senza lavoro in più in soli sette anni.