C’è da augurarsi che l’esito della partita degli Europei di calcio di lunedì non ricalchi quello dell’ideale sfida a chi esporta più pesche perché in tal caso per gli azzurri, contro la Spagna, non ci sarebbe scampo. Dimezzamento delle quantità esportate dagli inizi degli anni Novanta rispetto all’ultimo biennio, calo del 32% a valore tra 2014-2015 e 2000-2001, 90% dei flussi verso i Paesi Ue-28, sostanziale stabilità nell’export verso i Paesi extra Ue: è questo l’assetto strutturale dell’export delle pesche e nettarine italiane, che hanno registrato cali più o meno accentuati su tutti gli storici Paesi di destinazione, stando ai dati Eurostat elaborati dal Monitor Ortofrutta di Agroter. Fra questi emblematici i casi della Svizzera, che assorbe ad oggi la metà dei volumi rispetto all’inizio del millennio, e del Regno Unito dove si è addirittura perso oltre l’80% dell’export.

Speculare è, viceversa, la crescita della Spagna su questi mercati, che hanno sostituito il prodotto italiano con quello spagnolo. Oltre che in Svizzera e nel Regno Unito, il Paese Iberico ha guadagnato quote in tutta l’Unione Europea.

pesche-nettarine-export-italia-spagna-ifn.

Medesimo il trend seguito dagli spagnoli anche per i mercati extra Ue: dal 3% di quota nel 2000, questi Paesi “pesano” ora oltre il 13% del totale dell’export spagnolo con 113 milioni di euro sviluppati nel 2014.

La Spagna conferma così la capacità di diversificare i Paesi di destino verso l’oltremareanche con pesche e nettarine; ne sono esempio il Brasile e l’Algeria che hanno aumentato esponenzialmente le quantità assorbite.

È interessante inoltre notare come nel 2014 la Spagna abbia esportato verso l’Italia circa 73 milioni di euro di pesche e nettarine, mentre l’Italia verso la Spagna solamente 1,6 milioni.

La propensione per l’esportazione di pesche e nettarine, ossia il rapporto export/produzione, è nell’ordine del 20% per l’Italia e del 60% per la Spagna, a conferma della diversa vocazione all’export tra i due Paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *