Per il primo trimestre del 2013, l’Istat rileva un’impennata al 39,2%, per un incremento di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Stando alla comunicazione fornita dall’istituto di statistica, inoltre, si accresce l’indebitamento netto delle Pubbliche Amministrazioni, che nel gennaio-marzo di quest’anno è stato pari al 7,3% del Pil (contro il 6,6% del medesimo periodo 2012).  Quindi, il saldo primario ha registrato -9.601 milioni di euro con un’incidenza sul Pil di  -2,6%. Negativo anche il saldo corrente: -18.506 milioni di euro (contro i -16.819 milioni di euro primo trimestre 2012), con un’incidenza sul Pil pari al -5%. Inoltre, sono aumentate le uscite totali (in termini tendenziali, si registra un +1,3%), le uscite correnti (+1%) e anche quelle in conto capitale (+7,6%). Le entrate totali, invece, sono rimaste invariate rispetto al primo trimestre

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *