L’avvio dei saldi estivi di quest’anno è in linea con quello del 2012. Lo afferma la Fismo-Confesercenti, che ha realizzato un primo sondaggio tra i commercianti di Roma, Milano e Firenze. “Si ha fiducia in una conclusione tutto sommato positiva della prima giornata”, si legge in una nota, anche se “la crisi si sente” con una maggiore attenzione al prezzo e un calo del 10% dello scontrino medio. Nessuna “ripresina”, dunque, ma il temuto flop, per ora, non c’è, anche grazie ai turisti.    Secondo le rilevazioni dei commercianti, si comprano capi il cui acquisto era stato posticipato questa primavera, come le scarpe, e prodotti low-cost, puntando all’acquisto utile. Si cercano anche le marche note, ma solo se il prezzo finale, dopo lo sconto, è comunque contenuto al di sotto dei 100-150 euro. Faticano le vendite di capi dalla fascia di prezzo “premium”. A Milano è boom di “bike-shopping” per i saldi –   Evitano il traffico, sono ben equipaggiati, si spostano comodamente e sono rispettosi dell’ambiente. Sempre più milanesi scelgono la bici per lo shopping durante i saldi. Lo rivela uno studio su un campione di mille meneghini. A “scegliere i pedali” sono soprattutto dirigenti, insegnanti, liberi professionisti (38%) e coloro che vanno dai 25 ai 35 anni (42%). Per  fare acquisti ben 7 milanesi su 10 (70%) arrivano a percorrere fino a 5 km, mentre il 19% degli intervistati percorre dai 5 ai 10 km e il 7% si spinge fino a pedalare fra i 10 e i 15 km.”Quantitativamente a Roma – afferma il Codacons – le riduzioni nelle vendite rispetto agli sconti estivi del 2012 variano dal 15 al 20% colpiti dal calo degli acquisti operato dai consumatori soprattutto i piccoli negozi e le periferie, mentre le boutique d’alta moda del centro tengono il passo rispetto agli anni passati, grazie soprattutto ai turisti stranieri, che risultano i più propensi a fare compere nel nostro Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *