A frenare la produzione industriale concorre l’alimentare che fa registrare a febbraio un calo dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente e dello 0,2 per cento su base annua in controtendenza rispetto all’aumento generale. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat a Febbraio. A pesare sull’industria alimentare e delle bevande è soprattutto – sottolinea la Coldiretti – il taglio nei consumi alimentari nazionali che sono tornati indietro di oltre 30 anni sui livelli minimi del 1981, ma a cambiare è stata anche la composizione della spesa per effetto della crisi che ha costretto le famiglie a una profonda spending review con pesanti conseguenze sulle imprese del settore. A preoccupare però è anche – conclude la Coldiretti –  l’andamento delle esportazioni che dopo i risultati positivi del 2013 potrebbero risentire del rafforzamento dell’euro come dimostrano le segnalazioni relative ai primi mesi del 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *