“L’industria del cinema ricopre un ruolo primario nell’apprezzamento dell’identità culturale, artistica e storica dell’Umbria, nonché nella valorizzazione della bellezza paesaggistica della nostra regione. Ringrazio Luca Manfredi e tutta la produzione del film per  aver portato in Umbria questo bel progetto che si avvale di un cast importante e per aver legato  all’Umbria la figura straordinaria di suo padre”: lo ha detto il vice presidente della Giunta regionale dell’Umbria ed assessore al turismo,  Fabio Paparelli, nel corso dell’anteprima, che si è svolta  oggi, nella Casa del cinema di Roma,  del  film tv di Luca Manfredi “In arte Nino” che,  dedicato alla figura del padre Nino Manfredi,  andrà in onda lunedì 25 settembre, in prima serata, su Rai 1 (ore 21.15). Tra i presenti all’anteprima anche il regista Luca Manfredi, il protagonista Elio Germano, Miriam Leone, che ha interpretato la moglie Ermina, e l’assessore alla cultura del Comune di Terni Tiziana De Angelis.

    “Con questa produzione l’Umbria, cuore verde d’Italia – ha aggiunto Paparelli -, torna protagonista nel panorama nazionale. Abbiamo infatti contribuito alla realizzazione di questo film, in coerenza con il piano di attuazione delle nostre attività di marketing territoriale e turistico, avendo come principale obiettivo di promuovere direttamente la regione grazie a produzioni legate al cinema e alla tv. L’attenzione verso le potenzialità che l’Umbria sa esprimere è molto forte e la Film Commission regionale, recentemente costituita, darà un rinnovato impulso a questo settore. L’Umbria è infatti ricca di località di grande valenza artistica e dal fascino autentico. Sono numerosi i set naturali che ben si prestano a produzioni cinematografiche o audiovisive. A ciò si affianca la possibilità di girare in interno nei numerosi teatri di prosa, a costi più contenuti rispetto a quelli di altre location italiane. Il cinema per noi – ha proseguito l’assessore – significa promozione turistica, ma anche un pezzo di quella economia che può contribuire alla ripresa della nostra Umbria. Il fatto che questo film andrà in onda su Rai 1 in prima serata, con richiami all’Umbria, rappresenta un fattore importante, perché abbiamo bisogno anche di questo per far riprendere il turismo.  D’altra parte – ha proseguito – il legame tra l’Umbria al Cinema è un legame antico e prestigioso. Grandi registi, da Fellini a Benigni, hanno scelto l’Umbria come set per i loro film”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *