La dirigenza dell’Ilva ha annunciato a Fim, Fiom e Uilm l’intenzione di chiudere temporaneamente l’altoforno numero 2 e l’acciaieria numero 1 dello stabilimento di Taranto,determinando un esubero di circa 800 unità. Non ci saranno ripercussioni sul piano occupazionale perché si farà ricorso al contratto di solidarietà, firmato nel marzo scorso fino a un massimo di 3.500 dipendenti (fino a questo momento ne hanno usufruito solo 1.500). Il fermo, per mancanza di commesse, durera’ 3 mesi.