Su uno dei principali e più autorevoli quotidiani economici indiani è stata pubblicata una intervista al Managing Director del World Gold Council Marcus Grubb. Per chi non lo sapesse (ancora) il WGC  è la massima autorità mondiale che osserva e studia il mercato dell’oro. Il sig. Grubb ci ha dato alcune incredibli anticipazioni rispetto a quello che leggeremo a metà agosto 2013 nel consueto report sull’offerta e la domanda di oro del WGC nel secondo trimeste 2013, in sintesi:

L’India nel secondo trimestre 2013 ci sia spetta che importi 350-400 tonnelate di oro
La Cina SOLO ad aprile ha avuto una domanda di Oro pari a 160-170 tonnellate (una mostruosità), e la domanda anomala sta continuando anche a Maggio.
Anche se la domanda Cinese dovesse tornare “quasi normale” a Giugno, nel totale anche la Cina domanderà al mercato non meno di 400-450 tonnellate di oro fisico nel secondo trimestre. Se ci facciamo due calcoli scopriamo che fissata a 2750 tonnelate ( ma sarà meno) la produzione mondiale di oro da miniera abbiamo una produzione trimestrale di 687,5 tonnellate. Dunque Cina e India da sole stanno chiedendo al mercato tra il 109% e il 123% della produzione mondiale di oro da miniera. Circa il 200% più del normale , un trasferimento da “occidente” e “oriente” senza precedenti. Nell’equazione poi dobbiamo mettere dentro Russia, Turchia, Kazakistan, Brasile Attualmente tutti impegnati a importare oro dal ricco occidente e a svuotare i forzieri di borse merci e etf.

Da The Economic Times

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *