Sicuramente più di 2500 espositori, 204mila e 850 mq in attesa di 300mila visitatori provenienti da 160 Paesi. Milano è alle porte di uno dei suoi più tradizionali appuntamenti: quel Salone Internazionale del Mobile che, con i Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e le biennali Euroluce e SaloneUfficio, accanto al SaloneSatellite, si prepara ad animare tanto il quartiere fieristico di Rho, quanto la città stessa, dal 9 al 14 aprile. Un’occasione vitale per le aziende italiane di mettersi in mostra, vissuta con ottimismo dal presidente di Cosmit, Claudio Luti: «è il miglior salone del mobile al mondo – ha detto – e l’ottimismo mi viene dal riconoscimento dei Paesi esteri del Made in Italy. Non esiste altro Paese che abbia lo stesso concetto d’impresa basato sull’innovazione». Suddivisi in tre tipologie stilistiche differenti, il Salone Internazionale del Mobile e quello del Complemento, con i loro 1440 espositori, confermano per la terza volta la scelta di destinare al settore Moderno un unico edificio. Alle due manifestazioni annuali, si affiancano le biennali Euroluce (salone internazionale dell’illuminazione), giunto alla 27esima edizione, e SaloneUfficio che quest’anno compie 16 anni. Nei padiglioni 22-24 torna anche la manifestazione destinata ai giovani creativi: il SaloneSatellite. La sedicesima edizione, che vede coinvolti 700 designer, è dedicata al tema design e artigianato: insieme per l’industria. Il protagonista assoluto dell’evento per i Saloni 2013 è l’ufficio. In un’area espositiva di 1.200 mq, l’architetto francese Jean Nouvel proporrà «Progetto: ufficio da abitare», un allestimento che si articola in cinque inedite situazioni di lavoro attraverso i quali vengono sviluppati i principali temi della sua visione dello spazio di lavoro.

Redazione online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *