“Vogliamo posizionarci al secondo posto in Italia per importanza, fatturato e affidabilità”. Questa la sintesi di Bruno Bonifazi, il presidente dell’omonimo gruppo immobiliare, che ha la propria sede a Terni, al termine della convention annuale da poco tenutasi ad Assisi.

Obiettivi ambiziosi, che sono comunque alla portata del gruppo, sul quale fanno riferimento quasi ottanta agenzie sparse sull’intero territorio nazionale.

Il “business plan triennale” dell’azienda prevede un aumento del fatturato sino alla doppia cifra in milioni di euro, una crescita del numero di agenzie per arrivare sino a 115. «La nostra forza sono proprio le agenzie, quasi ottanta, tutte autonome, composte da squadre affidabili e tenaci, capacità dimostrate soprattutto in questo periodo di crisi».Va rilevato che intorno alla Bonifazi Group fanno anche riferimento quasi quattrocento lavoratori, quasi tutti professionisti di livello.

Ha evidenziato l’aspetto della formazione della forza vendita del gruppo Gianni Chiodi, una sorta di supervisor, ricordando come l’evoluzione delle esigenze dei clienti siano alla base della scuola, che dal prossimo anno subirà una nuova trasformazione di qualità per diventare una vera e propria “academy” con programmi adeguati.Ad Andrea Palombi, il vicepresidente, è toccato sintetizzare proprio il “business plan”, le speranze, i sentimenti di un gruppo che sta per operare grandi trasformazioni sino a diventare società per azioni guardando anche alla quotazione in borsa. Durante la convention s’è anche proceduto alla premiazione dell’attività delle agenzie: alla fine quella che ha predotto il maggior volume d’affari è stata la “storica” agenzia di Narni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *