I cinesi della Hutchison Whampoa vogliono la Telecom. Si riassume in poche parole la strategia che il gruppo di Hong Kong sta portando avanti per mettere le mani sul colosso italiano delle tlc. E l’Italia andrà a perdere un centro così nevralgico ?  L’operazione passerebbe attraverso l’integrazione di 3Italia, la divisione italiana della telefonia mobile, che fa capo al gruppo cinese H3g, con Telecom. Durante il lungo consiglio di amministrazione del gruppo guidato da Franco Bernabè proprio per esaminare l’operazione di fusione, è stato esaminato l’esito degli incontri preliminari nei quali la Hutchison Whampoa ha prospettato che H3g diventi un azionista di riferimento della società. Pertanto il conferimento o fusione per incorporazione è condizionato dalla Hutchison Whampoa all’acquisizione di un’ulteriore quota azionaria in Telecom Italia. Oggi il socio principale è Telco (22,4%), di cui il primo azionista è il gruppo spagnolo Telefonica (che indirettamente possiede il 10,4%) ma in base ai termini della fusione con 3Italia, cambieranno gli equilibri della governance. Il cda di Telecon ha quindi deciso la costituzione di un comitato ristretto, presieduto dal presidente Franco Bernabè e composto dal Lead Independent Director Zingales, dal presidente del Comitato per il Controllo e Rischi. Catania, e dai consiglieri Galateri e Linares, per verificare entro tempi ristretti l’interesse alla prosecuzione del percorso. Ed in questa storia il rapporto con seat PG per la stampa degli elenchi telefonici che fine farà ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *