Sono intitolati ad Ambrogio Lorenzetti, pittore trecentesco famoso per l’affresco “Allegoria del buon governo”, realizzato nel Palazzo Pubblico di Siena i premi per la buona governance aziendale istituiti dalla società di consulenza Gc Governance consulting, e assegnati da una giuria composta da Aureliano Benedetti, Davide Croff, Laura Iris Ferro, Anna Puccio e Marco Giorgino. Quindici i premiati dell’edizione 2014, suddivisi in cinque categorie. Tra le società quotate il primo premio è stato assegnato a Brunello Cucinelli, eccellenza italiana del lusso, seguito da Piquadro, azienda bolognese di pelletteria di design, e da Diasorin, leader nel settore delle biotecnologie. Tra le società non quotate ha vinto invece Italian International Film, impresa familiare, presente da oltre 50 anni nella produzione cinematografica, mentre al secondo posto si è classificato un altro grande nome del lusso made in Italy, Guccio Gucci, e al terzo l’unico gruppo finanziario premiato, Banca Fideuram.

Tra le società con partecipazione pubblica è Consip, la società del ministero delle Finanze che svolte il compito di centrale acquisti per la pubblica amministrazione, la prima classificata, seguita dall’azienda dei trasporti pubblici milanesi Atm e da Arcus, al società pubblica per lo sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo. Per le associazioni e Onlus si sono aggiudicate i premi tre fondazioni: al primo posto Telethon, impegnata nella ricerca sulle malattie genetiche, al secondo la fondazione Francesca Rava, nata per l’aiuto ai bambini in condizioni di disagio in Italia e nel mondo, e al terzo Milano Scuole Civiche, la fondazione partecipata dal Comune che opera nell’alta formazione. Non aziende ma persone per la categoria consiglieri di amministrazione. Primo classificato è  Mauro Del Rio, fondatore e presidente di Buongiorno Spa, seconda Carolyn Dittmeier e terzo Massimo Belcre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *