Gli italiani spenderanno 4,3 miliardi per imbandire le tavole delle feste di fine anno, con gli alimentari e le bevande che sono l’unica voce di spesa che sostanzialmente tiene nel tempo della crisi. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti ‘Il Natale sulle tavole degli italiani’, sulla base dell’indagine ‘Xmas Survey 2012’ di Deloitte dalla quale si evidenzia che i cibi rappresentano il 36% delle spese di Natale. “Non si rinuncia dunque a preparare pranzi e cenoni o a gratificare parenti e amici con gustosi omaggi utili ma – sottolinea la Coldiretti – si qualifica la spesa, con una netta preferenza di prodotti del territorio locali e Made in Italy”.

Secondo l’indagine Coldiretti/Swg il 59% degli italiani responsabili della preparazione dei pasti porterà in tavola prodotti Made in Italy, il 23% addirittura locali o a chilometri zero e l’11% prodotti biologici, mentre un 18% guarderà alle offerte e al basso prezzo. Ben il 44% degli italiani preferisce acquistare prodotti locali, e lo fa soprattutto perché ha un valore anche economico, e il 35% dei cittadini è convinto che acquistando prodotti locali si crei ricchezza locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *