Il Ftsemib, il maggior indice della Borsa italiana, è ai massimi degli ultimi tre anni. L’incremento è stato consistente, dai 12872 punti del 30 maggio del 2012 ai 22472 del nove giugno del 2014, con un rialzo del 74,58%. Gli indici azionari hanno recuperato la perdita accumulata dopo lo scoppio della crisi finanziaria del 2011. Tuttavia, alla ripresa delle quotazioni dei valori mobiliari non è corrisposta un’analoga crescita del mercato del lavoro e di quello produttivo. Per il 2014 il Centro studi di Confindustria prevede un aumento del Prodotto interno lordo dello 0,2% e per il 2015 dell’1%. Il debito pubblico raggiungerà il 132% e dovrebbe cominciare a scendere solo il prossimo anno. I consumi registreranno un leggero aumento mentre sette milioni e settecentomila persone rimangono senza impiego o con un’occupazione precaria. Insomma la recessione è finita, il mercato finanziario cresce ma la ripresa economica ancora non c’è.Il principale motivo di questa situazione è la mancanza d’investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *