Le immatricolazioni in Italia sono state pari a 33.504 auto, segnando un calo del 15,24% rispetto alle 39.528 immatricolazioni dello stesso mese del2012. Amaggio la flessione annua del gruppo era stata pari all’11,7%. Nei primi sei mesi del 2013 il Lingotto ha totalizzato 213.154 immatricolazioni, in calo dell’11,44% a fronte delle 240.693 unità immatricolate nello stesso periodo dello scorso anno. La quota di mercato in Italia è calata al 27,46% a fronte del 30,2% registrato a maggio. Ma sul risultato, ha spiegato l’azienda, «ha pesato ancora la mancata fornitura di componenti per alcuni modelli: sono state oltre 2 mila le vetture vendute che non è stato possibile consegnare ai clienti e che avrebbero pesato per 1,6 punti percentuali in più di quota di mercato».  Ancora una volta le posizioni di vertice della classifica delle auto più vendute sono occupate da vetture del marchio Fiat, che ha immatricolato in giugno quasi 26 mila auto e ha ottenuto una quota del 20,9%. Con 8.200 immatricolazioni Panda è al primo posto, con una quota nel suo segmento del 35,3%. Alle sue spallela Punto, con quasi 6.400 registrazioni e con il 17,4% di quota nel segmento B. Terza la 500, che con quasi 5 mila immatricolazioni ottiene il 21,2% di quota nel segmento A. Lancia in giugno ha immatricolato oltre 4.700 vetture per una quota del 3,9%, mentre Alfa Romeo ha immatricolato oltre 2.800 vetture e ha ottenuto una quota del 2,3%. Jeep ha immatricolato in maggio quasi 500 vetture, con una quota invariata allo 0,4%.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *