Che il peso del fisco sia una croce tutta italiana è noto da anni. Ora un rapporto della Banca Mondiale r dalla società di ricerca Pwc, denominato “Paying Taxes 2016” mette nero su bianco qualche numero significativo.

Intanto l’Italia è al top nel mondo per total tax rate, cioè il carico fiscale per le imprese, pari al 64,8% dei profitti commerciali nel 2014 (addirittura in miglioramento sul 2013).
Il dato è ben oltre ben oltre la media europea del 40,6% e la media mondiale del 40,8%.
Poi ciò che si conferma è l’enormità del peso delle tasse sul lavoro: il carico della fiscalità contributiva arriva a 40,3 punti. Un miglioramento si riscontra sul versante della tassazione degli utili delle imprese, che scende sotto i 20 punti, ma resta elevato il carico burocratico, misurato dal numero dei pagamenti effettuati per adempiere agli obblighi fiscali: in Italia si effettuano in media 14 pagamenti, sopra gli 11,5 della media UE, ma sotto i 25,6 della mondiale.

Quanto al tempo che si perde nelle pratiche burocratiche fiscali, il numero di ore dedicato in media in Italia agli adempimenti tributari (269 ore) è in Italia nettamente superiore alla Ue (in media 173 ore), ma non lontanissimo dalla media mondiale (in media 261 ore). ( tratto da www.lamiafinanza.it – 27/11/15 n.331 Anno 10° )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *