La FAO e Fertitecnica Colfiorito, azienda umbra leader nel mercato italiano delle leguminose, hanno siglato un accordo finalizzato al sostegno di cooperative agricole dei Paesi in via di sviluppo. È la prima volta che una Pmi italiana sigla un accordo del genere con la Fao.

Tale iniziativa offrirà un importante sostegno all’economia dei piccoli agricoltori del Sud del mondo e, allo stesso tempo, contribuirà a promuovere una nutrizione sana e sostenibile in Italia e in Europa.

Le cooperative beneficiarie dell’accordo verranno individuate attraverso l’ampio network di uffici FAO nel mondo e la competenza del suo personale tecnico, mentre i prodotti finali verranno commercializzati attraverso la rete di distribuzione di Fertitecnica Colfiorito.

Esperti FAO e Fertitecnica Colfiorito valuteranno le cooperative selezionate per assicurarsi che queste abbiano la capacità di fornire prodotti innovativi e di qualità all’altezza del mercato finale e forniranno formazione e sviluppo delle competenze al personale sul campo. Sono anche previste visite dei produttori agli stabilimenti Fertitecnica in Italia per toccare con mano tecnologie avanzate e buone pratiche nella lavorazione dei legumi.

Per la prima volta nella storia dell’Organizzazione inoltre, la FAO e Fertitecnica Colfiorito collaboreranno in una campagna di Cause Related Marketing, grazie alla quale una parte del ricavato proveniente dalla vendita di alcuni prodotti Fertitecnica Colfiorito verrà destinata al sostegno di progetti FAO in paesi in via di sviluppo.

Altre iniziative comprendono: una pubblicazione che racconterà il percorso che ha portato Fertitecnica Colfiorito al successo odierno puntando su prodotti di qualità e coinvolgendo piccole cooperative agricole locali; una applicazione per cellulare che per far conoscere i benefici dei legumi a bambini e genitori in modo interattivo e divertente; il sostegno ad università e centri di ricerca per lo sviluppo di studi su nuovi modi di consumare, lavorare e coltivare i legumi.

L’accordo siglato è parte dell’impegno della FAO di continuare a lavorare con governi e coltivatori per promuovere l’importante ruolo dei legumi verso il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile anche dopo la chiusura dell’Anno Internazionale dei Legumi 2016.

L’accordo rappresenta una tappa importante nelle relazioni tra FAO e Italia, e riafferma l’attenzione che l’Organizzazione pone alla collaborazione con i movimenti e la Società Civile dei paesi membri; Fertitecnica Colfiorito è infatti la prima PMI italiana a siglare una partnership con la FAO.

Alla cerimonia per la firma del Protocollo di intesa, che si è svolta presso la sede centrale della FAO a Roma, erano presenti per la Fao Kostas Stamoulis, Assistente Direttore Generale e capo del Dipartimento dello sviluppo economico e sociale della FAO e per Fertitecnica Colfiorito il presidente Ivano Mattioni, il vice presidente Luca Mattioni e il direttore generale Alessio Miliani. Erano presenti, inoltre, il Rappresentante permanente d’Italia presso le agenzie dell’ONU a Roma, AmbasciatorePierFrancesco Sacco che ha ricordato l’impegno dell’Italia per favorire una sempre maggiore collaborazione tra la FAO e le eccellenze nazionali, il direttore di Confindustria Umbria Aurelio Forcignanò e il presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti.

“Siamo onorati di iniziare questa collaborazione con la FAO a sostegno delle attività relative all’Anno Internazionale dei Legumi – hanno sottolineato Ivano e Luca Mattioni a margine della cerimonia di firma – Da anni la nostra mission è assicurare al consumatore l’alta qualità dei prodotti e dei processi e diffondere la conoscenza dell’importanza dei legumi.  Siamo orgogliosi di poter mettere le nostre conoscenze e la nostra esperienza trentennale al servizio della FAO.  Crediamo fermamente in questa collaborazione in quanto i legumi sono la nostra storia e la nostra passione. I legumi contribuiscono alla sicurezza alimentare a tutti i livelli e hanno un alto valore per la salute ed elevati benefici nutrizionali”

“Per Fertitecnica Colfiorito è un orgoglio sostenere l’Anno Internazionale dei Legumi – ha aggiunto Alessio Miliani, General Manager Fertitecnica Colfiorito – per la storia e la tradizione che caratterizza il nostro core business, siamo fieri di essere al fianco della FAO per promuovere l’importanza dei legumi a livello mondiale e soprattutto siamo fieri di essere la prima Pmi italiana a siglare con la FAO questo tipo di partnership. Quello che in Italia è stato considerato per molto tempo la base di un pasto povero, in realtà si sta rivelando un prezioso alleato per l’uomo e per il pianeta, essendo alla base di un’alimentazione smart e di un’agricoltura sostenibile, per questo il nostro primario obiettivo è quello di promuovere il consumo di legumi, anche fuori dal pasto, attraverso forme che ne consentono un utilizzo semplice e piacevole”.

Intervenendo alla firma dell’accordo Kostas Stamoulis, Assistente Direttore Generale e capo del Dipartimento dello sviluppo economico e sociale della FAO ha detto: “I legumi contribuiscono significativamente ad un’alimentazione sostenibile ricca di nutrienti, variegata, sicura, di qualità e quindi a migliorare la salute umana. Contribuiscono a rendere fertili i suoli, a proteggere l’ambiente, la biodiversità e a mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico. Inoltre, hanno un impatto positivo sulla sicurezza alimentare, lo sviluppo rurale e il rafforzamento dei mezzi di sostentamento. La loro produzione richiede poche risorse e sono accessibili alle famiglie vulnerabili. Grazie a questa campagna di ‘Cause Related Marketing’ si potranno finanziare nuovi progetti di sviluppo e potenziare accesso ai mercati dei piccoli produttori vulnerabili. Siamo entusiasti di questa collaborazione con Fertitecnica Colfiorito. S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *