Quindicesimo mese consecutivo in calo per il mercato europeo dei veicoli commerciali. A marzo, secondo i dati diffusi dall’Acea, le vendite di camion e bus nei 27 paesi Ue piu’ quelli Efta sono scese del 10% su base annua a quota 172.496 unita’. La cifra e’ in linea con le immatricolazioni del primo trimestre, diminuite del 10,9% a 470.446 unita’. Tra i mercati principali cresce solo il Regno Unito (+7,7% a marzo), mentre cedono Francia (-10,2%), Germania (-18,5%), Spagna (-20,2%) e Italia (-20,3%). Stessa situazione nei primi tre mesi del 2013, con vendite in aumento nel mercato britannico (+6,6%) e in flessione nel mercato francese (-10,7%), tedesco (-16,4%), spagnolo (-18,7%) e italiano (-25%).
La contrazione interessa in misura diversa i comparti. I veicoli commerciali (fino a 3,5 tonnellate) registrano un -8,1% a marzo e un -9,8% nel trimestre; i veicoli industriali perdono il 18,9% durante il mese scorso e il 16,7% nel periodo gennaio-marzo; gli autobus riportano una flessione del 17,2% a marzo e del 9,3% nei primi tre mesi dell’anno.
In Italia l’andamento e’ nettamente al di sotto della media europea. Le vendite di marzo segnano -20% per i veicoli commerciali, -23,3% per gli industriali e -13,2% per gli autobus, mentre nel trimestre i veicoli commerciali cedono il 25,9%, gli industriali il -21,1% e i bus il 6,7%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *