La crisi dei consumi non termina mai:anche il mese di novembre 2012 si chiude con un calo delle vendite al dettaglio pari al 3,1% annuo.Non viene risparmiato nemmeno il settore alimentare. I dati dell’Istat sul giro d’affari nei negozi confermano una perdita accumulata pari al 2% dei primi undici mesi. In pratica l’anno peggiore dai primi del ’90.Segnale positivo solo per i discount alimentari. secondo federconsumatori ci sarà un crollo del potere d’acquisto del 6.1%nel biennio 2012-2013.