Sei imprese del terziario su dieci sono in difficoltà per l’ingorgo fiscale d’autunno. A lanciare l’allarme è Confcommercio-Imprese per l’Italia nell’indagine “L’autunno del fisco”, realizzata in collaborazione con Format Ricerche.
Le imprese italiane saranno chiamate a pagare nei mesi di ottobre, novembre e dicembre imposte vecchie e nuove (Tari, Tasi, l’Imu nella sua nuova formulazione). Il 60,3% delle imprese del terziario prevedono che si troveranno in difficoltà per affrontare queste scadenze (percentuale che sale al 91% per le imprese del turismo). Difficoltà dovute, in particolare, all’entità degli importi richiesti per il pagamento delle imposte dovute (74,3%) e per l’ingorgo generato dalle molte scadenze, concentrate in un lasso di tempo molto breve (64,8%). Le imprese più in difficoltà sono risultate quelle di dimensioni minori: le microimprese, le imprese che hanno sedi in comuni diversi e quelle che utilizzano immobili di proprietà per l’esercizio della propria attività, le imprese del Mezzogiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *