Aumento record a gennaio della disoccupazione giovanile in Italia: dal 41,7% di dicembre sale al 42,4%, l’incremento più elevato di Eurozona e Ue-28. Emerge dai dati Eurostat. L’Italia è anche il Paese con il tasso più elevato dopo la Spagna (54,6%), ma mancano i dati di Grecia (a novembre era 59%) e Croazia (a dicembre 49,8%). A gennaio 2013 in Italia la disoccupazione giovanile era 38,4%. Nella zona euro a gennaio 2014 il tasso di disoccupazione giovanile è al 23,4%, nella Ue-28 a 24%. I Paesi dove il tasso è più basso restano Germania (7,6%), Austria (10,5%) e Olanda (11,1%). Nella zona euro sono 3,539 milioni i giovani senza lavoro a gennaio. Numeri in discesa per Francia (da 25,6% a 25,4%) e Irlanda (da 25,7% a 26).