L’estate calda ha fatto volare i consumi di gelato nell’estate 2015 con un aumento stimato pari ad almeno il 10% rispetto allo scorso anno segnato da pioggia e maltempo. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata a Expo in occasione della giornata del gelato. Il mese di luglio più caldo di sempre ha spinto i consumi con una spesa che – sottolinea la Coldiretti – si stima supererà i 2,5 miliardi di euro nel 2015 con oltre 4 italiani su 10 che hanno acquistato regolarmente un cono o una coppetta.Sul mercato nazionale i consumi sono aumentati attorno ai 6 chilogrammi pro capite, pari a circa 380mila tonnellate, ma in espansione è l’export. Sono circa 40mila le gelaterie in Italia dove – sottolinea la Coldiretti – si stima lavorino oltre 150mila addetti ma rilevante è anche l’impatto sull’indotto con l’utilizzo di 220mila tonnellate di latte, 64mila di zuccheri, 21mila di frutta fresca e 29mila di materie prime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *