Un 2015 decisamente positivo per il Prosecco DOP, a sorprendere è la percentuale di vendite all’estero che rappresenta ben il 70% del fatturato. Ciò significa che le bollicine del Nord Est Italia piacciono davvero tanto oltre confine. Volendo essere più precisi: il 74% viene venduto in Europa, il 20 % Nord America e il 6% tra Asia, Africa, Australia e Sud America.

Aumentano la produzione e il valore

Nel 2015 crescono le esportazioni e proporzionalmente cresce anche il valore del Prosecco DOP: questo dato mette in luce che si è dunque disposti a spendere di più per brindare con questo straordinario prodotto. E le vendite come vanno in Italia? Il 30% della produzione che rimane nel Bel Paese viene in gran parte, circa il 65%, consumato nel Nord Italia. Attenzione allaqualità, tutela del consumatore e sostenibilità sono gli aspetti più cari al Consorzio che lo garantisce che conta fra i suoi associati più di 10.000 aziende viticole, 1200 aziende vinificatrici e più di 350 case spumantistiche, suddivise su 9 province fra Veneto e Friuli Venezia Giulia (Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno, Trieste, Udine, Pordenone, Gorizia) per ben oltre 20 mila ettari complessivi di vigneto.