”Il franchising rappresenta un’opzione di avviamento all’impresa per vari profili tipologici, e specificamente: donne, giovani, ex manager, ex dipendenti che hanno voglia di avviare una attivita’ in proprio ma, in mercati cosi’ competittivi, preferiscono farlo in condizioni di maggior sicurezza, con una struttura ed una organizzazione, il Franchisor appunto, che ti prende per mano e ti accompagna lungo tutto il percoso di formazione, di crescita e di gestione della attivita”’. Cosi’ il presidente di Assofranchising/Confcommercio, Graziano Fiorelli, nel suo intervento all’assemblea dell’associazione. ”Vorrei segnalare come sono i giovani e le donne i target piu’ gettonati e primari del franchising. Infatti, sugli oltre 50.000 punti vendita operanti oggi in Italia in Franchising, il 26% e’ gestito da imprenditori da 25 a 35 anni, il 57% da 36 a 45 e sul totale il 38% sono donne”. Fiorelli ha ricordato che il franchising e’ un sistema distributivo trasversale alle merceologie e ai servizi ed e’ portatore di cultura di rete e partnership d’impresa. ”I negozi di vicinato, nella forma tadizionale di totale indipendenza, fanno sempre piu’ fatica a restare sul mercato che diventa ogni giorno piu’ competitivo. La concorrenza della gdo e dei nuovi canali distributivi favoriti dallo sviluppo della tecnologia e’ sempre piu’ forte e le abitudini di consumo evolvono sempre piu’ velocemente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *