Chrysler sta richiamando oltre 263.000 veicoli in tutto il mondo in sei diverse operazioni. Nella principale, il terzo produttore americano di auto, parte del gruppo Fiat, richiama circa 139.000 auto di modelli del 2011 e 2012 per correggere un difetto alle spie luminose dell’airbag che restavano sempre accese. Chrysler ha detto di non essere al corrente di incidenti o feriti connessi a questo problema. Tra le auto coinvolte ci sono la Chrysler 300 e il Dodge Charger e Challenger. Circa 78.500 suv del vecchio modello Chrysler 4-by-2 verranno richiamati per un altro problema che può causare possibili danni. La società sta richiamando anche circa 30.000 Suv del 2012 per sostituire i tubi di trasferimento al serbatoio per assicurare un corretto flusso del carburante. Chrysler sta richiamando anche circa 7.000 pickup Ram dei modelli del 2013 per sostituire la copertura del motore che non è più in grado di resistere al calore. La casa automobilistica richiamerà anche 52 Dodge Dart del 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *